Cose bellissime / FEATURED / Senza categoria / 28 novembre 2015

Yoskay Yamamoto

Dolce ma allienante, stralunato e nostalgico il mondo di Yoskay Yamamoto.

L’artista nelle sue creazioni rimescola la cultura giapponese  all’estetica della West Coast.

Nato a Toba, Giappone, a 15 anni si trasferisce in California dove tutt’oggi risiede.

Il suo è un interessante mix tra urban pop art e delicato minimale gusto giapponese.

Oriente e occidente perfettamente remixati in disegni, dipinti, sculture e installazioni.

Io mi sono innamorata delle sue creature in legno, ceramica, resine e polimeri.

 

Schermata 2015-11-27 alle 17.21.28

Schermata 2015-11-27 alle 17.20.30

Schermata 2015-11-27 alle 14.42.37

Schermata 2015-11-27 alle 14.42.26

Schermata 2015-11-27 alle 14.42.07

Schermata 2015-11-27 alle 14.41.44

Schermata 2015-11-27 alle 14.40.06

Schermata 2015-11-27 alle 14.39.53 Schermata 2015-11-27 alle 14.39.38

Schermata 2015-11-27 alle 14.38.46

Schermata 2015-11-27 alle 14.38.30

Schermata 2015-11-27 alle 14.38.12

Schermata 2015-11-27 alle 14.37.59

Schermata 2015-11-27 alle 14.37.43


 

yoskay.com


 

Born and raised in Toba, Japan, Yoskay Yamamoto moved to the United States at the age of 15. A self-trained illustrator, Yamamoto’s artistic tastes expanded as he fell in love with the urban culture of the West coast. Yamamoto discovered a way to fuse the two different cultural backgrounds together into his work. Yamamoto nostalgically blends pop iconic characters from his new Western home with traditional and mythical Japanese elements, balancing his Asian heritage with urban pop art.


Tags:  Arte Ceramica giappone legno scultura Yoskay Yamamoto




Previous Post
Gioielli da "ciucciare"
Next Post
Freak Yourself: lentiggini per tutte!



Irene
Cercare una frase che mi renda interessante mi annoia. Spero di non annoiarvi leggendomi.




You might also like






More Story
Gioielli da "ciucciare"
Non vi sto prendendo in giro, anche se non mi è ben chiaro come questi poi non si disintegrino del tutto, Martijntje Cornelia, fa...